Fail tale

Questo post rispetta l’ambiente, in quanto riciclato al 100% da http://simplyaddicted.splinder.com, un blog che si autodistruggerà oggi insieme a Splinder.

Come sarebbero le favole ai tempi di Internet? Be’, forse un po’ meno romantiche delle loro versioni originali.

Pollicino 2(.0)
Altro che briciole di pane.
Pollicino ritrova la strada di casa grazie al gps del suo iPhone.
Mentre cammina, scrive un’email al Telefono Azzurro – there’s an app for that – raccontando la sua triste storia. In poco tempo la lettera fa il giro di ogni casella di posta, inoltrata da tutti a tutti.
Pollicino viene così preso in un’agenzia pubblicitaria come “ragazzo del Web”, esperto in viral e newsletter. E torna a casa accolto a braccia aperte da mamma e papà.
Niente più screzi e rancori, ora che si guadagna la pagnotta.

Cenerentola 2(.0)
Per rintracciare la proprietaria della famosa scarpetta, il principe apre su Facebook il gruppo “Noi che calziamo il 35”.
Il ragionamento non fa una piega: le minori di 13 anni non potrebbero iscriversi al social network e una ragazza più grande con un piede tanto piccino non è rara, è unica.
Ma non è poi così difficile modificare le proprie misure virtuali. Alla fine i membri risultano essere 3508.
Il principe fa di nuovo la cosa apparentemente più sensata da fare: scegliere la più figa in foto.
Fu così che si ritrovò a chattare con un camionista quarantatreenne di Busto Arsizio.

Biancaneve 2(.0)
Scrive su Twitter Regina+bellaDelReAm3: “Grazie @SteveJobs ho capito cosa usare contro l’anemica. Ora non mi resta che mascherarmi da innocente vecchina. #velenodellemiebrame”.
Il tweet riesce a far reagire persino quella mummia di Biancaneve. Con un “LOL”.
La poverina non ce la fa proprio a collegare il messaggio con l’anziana venditrice di frutta che le offre una mela.
Per fortuna i sette nani sono un po’ più svegli e riescono a sventare il misfatto in tempo.
Conclusione: il principe non incrocerà nessuna bara di cristallo durante la sua cavalcata.
E Biancaneve continuerà a fare la desperate housewife con non uno, ma ben sette mariti.

Pinocchio 2(.0)
Mastro Ciliegia mette all’asta su eBay il pezzo di legno “che rideva e piangeva come un bambino”.
Geppetto non ha molti soldi, ma il prezzo di partenza è 0,50€ e decide di provarci.
Sta quasi per aggiudicarsi l’oggetto, quando un certo Mangiafuoco glielo soffia un minuto prima che il tempo a disposizione finisca.
Geppetto tenta un ultimo rilancio, schiaccia il tasto “Fai un’offerta”, ma l’inserzione scade prima che la pagina si carichi; il falegname non poteva permettersi l’ADSL.
Siete tristi per lui? Mah, io dico che avrebbe potuto andargli peggio.
Come, che so, essere inghiottito da una balena.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: