Archivio mensile:giugno 2012

Voce del verbo “incassare”

Pagina Facebook di easyJet – domenica 22 giugno

Pagina Facebook di easyJet – martedì 26 giugno

Nel mezzo: 120′ di tensione, 9 calci di rigore, diversi bicchieri di vino e un sospiro di sollievo finale.

Almeno, per me.

DISCLAIMER: easyJet è tra i clienti dell’agenzia per cui lavoro, ma questo post non è una marchetta. Le campagne che vedete non le abbiamo realizzate noi, quindi tecnicamente sto facendo un favore a una “concorrente”, e cioè l’agenzia straniera che le ha realizzate. Non ci provate nemmeno a protestare, ché ho messo già le mani avanti, ok?

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , ,

L’Italia vincente

Stanotte, lo ammetto, sono un po’ orgogliosa di essere italiana.

E non per quegli 11 stramiliardari che a Proznan sono riusciti a superare la prima fase degli Europei (da secondi classificati) e sembra che abbiano compiuto ‘o miracolo.

Ma per quei pubblicitari, probabilmente sottopagati (e se non lo sono ora, un tempo lo sono stati di certo) che si sono portati a casa 2 Leoni d’Oro al Festival della Creatività di Cannes con un’idea bella e buona.

Non ho paura di ammettere anche che all’Orgoglio si è unita l’Invidia.

Contrassegnato da tag , , , , , ,

Ceci n’est pas un foodblog

Giustamente, se vuoi rendere omaggio a uno dei creativi più geniali e quindi malati, devi uscirtene con un’idea altrettanto geniale e malata.

Contrassegnato da tag ,

L’autogol del testimonial

NOTA PER ME STESSA DA LEGGERE ALMENO UNA VOLTA AL MESE:

Flavia,

se stai pensando di usare come testimonial un calciatore… be’, pessima idea.

Per ricordarti i motivi per cui dovresti desistere ti sottoporrò un metodo che si è sempre rivelato efficace sin dai tempi della prima elementare, quando dovevi decidere se Marco ti piaceva davvero o no: la lista dei pro e dei contro.

PRO

  • La pubblicità non passa inosservata.
  • Accontenta tutti quelli che “bene o male, purché se ne parli”.

CONTRO

  • Mettiamo anche che il calciatore in questione abbia portato l’Italia a vincere un Mondiale. Per i successivi due anni rimarrebbe comunque il giocatore di una squadra specifica. Ergo, viene odiato da milioni di persone.
  • Poi c’è un piccolo particolare (che certo rispetto al resto sembra niente – intanto però): la recitazione è pessima.

In conclusione, Contro battono Pro 3 a 2.

Ah sì, naturalmente “Qualsiasi riferimento a fatti o persone reali è puramente casuale”.

Contrassegnato da tag ,